Servizio Assistenza Domiciliare Integrata

Badanti - OSS - Infermieri

11 APRILE giornata mondiale del Parkinson

Servizio Assistenza Domiciliare Integrata

Servizio Assistenza Domiciliare Integrata

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
Print

l’ 11 aprile si celebra la Giornata Mondiale del Parkinson, un’occasione importante per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa malattia neurodegenerativa che colpisce milioni di persone in tutto il mondo.

Il morbo di Parkinson è una patologia cronica che colpisce il sistema nervoso centrale e che porta a sintomi motori come tremori, rigidità muscolare, rallentamento dei movimenti e problemi di equilibrio. Ma non solo: il Parkinson può anche causare disturbi non motori come depressione, ansia, disturbi del sonno e problemi cognitivi.

Nonostante i progressi nella ricerca e nella terapia, il Parkinson rimane una malattia per la quale non esiste ancora una cura definitiva. Tuttavia, è fondamentale continuare a sensibilizzare su questa patologia per aumentare la consapevolezza tra la popolazione e promuovere la ricerca scientifica per trovare nuove terapie efficaci.

In occasione della Giornata Mondiale del Parkinson, è importante ricordare il ruolo fondamentale dei caregiver e degli operatori sanitari che si occupano delle persone affette da questa malattia. Il loro impegno e la loro dedizione sono essenziali per garantire una migliore qualità di vita ai pazienti e per sostenere le loro famiglie.

Inoltre, è importante promuovere la partecipazione attiva delle persone con Parkinson alla società, favorendo l’inclusione e la partecipazione sociale. Le persone affette da questa malattia hanno molto da offrire e è fondamentale valorizzarne le capacità e le competenze.

La Giornata Mondiale del Parkinson è quindi un’importante occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa malattia e per promuovere la solidarietà e il sostegno verso le persone affette da Parkinson. È fondamentale essere informati, essere empatici e sostenere la ricerca scientifica per trovare nuove terapie e, un giorno, una cura definitiva per il Parkinson.